L’UOMO è FRUGIVORO!

        di Luciano Gianazza

Le parole hanno il potere di dare un differente valore alle cose e ci distaccano dalla realtà. Usando parole come salumi, prosciutto, fesa, braciola, fiorentina, speck, salsiccia, bresaola, trippa, bottarca e tutte quell’altre parole tanto care ai buongustai, l’uomo si dimentica che sta mangiando cadaveri.

E’ stato difficile per me arrivare alla comprensione della verità a causa delle idee preconcette che ci vengono propinate fin dall’infanzia.

Quando si è bambini e si va a scuola, si dà la fiducia all’insegnante e si pensa che quello che esce dalla sua bocca o che leggiamo sui testi scolastici sia oro colato e accettiamo tutto così com’è senza verificare personalmente se corrisponde a verità. Queste “verità” diventano punti di riferimento con cui nel corso della nostra vita confrontiamo le informazioni che ci arrivano, solidi come le pietre miliari impiantate dai romani che possiamo vedere ancora lungo alcune strade statali. Quando poi incontriamo concetti contrastanti, la nostra “verità” ci induce a fare opposizione e occorre un notevole sforzo per decidere di dare una chance alle nuove idee. In una certa misura ci sentiamo in torto, abbiamo vissuto con concetti errati credendo che fossero veri e non tutti sono disposti ad ammetterlo immediatamente, e persistono vivendo in base a tali concetti errati a loro discapito. Il bisogno di aver ragione spesso ci fa persistere nel continuare azioni irrazionali per non dover ammettere che eravamo in errore.

Gli scienziati dicono che l’uomo è onnivoro e le persone credono alle varie teorie che sostengono tale caratteristica, anche se priva di fondamento e resistono a chi afferma il contrario per le ragioni sopraddette.

L’uomo odierno della civiltà occidentale è onnivoro, ma questa non è una sua peculiarità, semmai un’aberrazione. E’ diventato onnivoro, ed è una degenerazione.

Intorno a discariche maleodoranti, distanti centinaia di chilometri dal mare, vivono a volte comunità di gabbiani che si nutrono dei rifiuti, ma non sono “rifiutivori”, semmai si sono aberrati alterando le loro abitudini a discapito della loro salute e primordiale bellezza.

L’uomo è frugivoro, la frutta è il suo alimento. Nel corso dei secoli l’uomo ha modificato le sue abitudini alimentari, le sue aberrazioni si sono diffuse fino a diventare usanze.

Quello che una volta era per lui ripugnante è diventato alla fine gustoso.

Adesso, chi sostiene che l’uomo è frugivoro e che la frutta dolce e succosa è il suo alimento perfetto, diventa oggetto di scherno e derisione, essendo agli antipodi della condizione attuale.

Quando ero bambino avevo un cane, Ras, un pastore tedesco che mangiava gli avanzi di noi onnivori. A lui andavano gli avanzi dei polli e dei conigli che allevava mia madre. Poi arrivarono dei vicini e dal muro di cinta adiacente passavano i loro avanzi a Ras, principalmente pasta e riso, e Ras mangiava tutto. Era diventato onnivoro, si prese il cimurro e un giorno il giardiniere su ordine dei miei, nonostante il mio pianto disperato e le proteste, pose fine alla sua agonia con un colpo di fucile.

 

Quando gli scienziati affermano che l’uomo è onnivoro esprimono semplicemente un’evidenza della condizione attuale, che di fatto è un’aberrazione. Ma questo non significa che faccia parte del suo modo di vivere naturale, come non era certo naturale per Ras mangiare pastasciutta.

Insistere sul fatto che l’uomo sia onnivoro darà forse ragione alla scienza, all’antropologia e tutte le altre -logie, ma si continuerà a mantenerlo nella condizione patologica in cui si trova.

La malattia non è un’eccezione nella vita quotidiana attuale, ma una costante. Anzi, l’eccezione è essere sani, e non dovrebbe essere cosi, possibile che la Natura abbia sbagliato in maniera così grossolana? Infatti, l’errore è solo nostro.

Molte cose entrano in gioco quando ci nutriamo di “carne”. Ogni tanto non posso trattenermi dal ridere, anche se so che la situazione è tragica piuttosto che comica, quando sento qualcuno alla TV che dà consigli sull’alimentazione e parla di selvaggina, di carni bianche, di carni nobili, carne tenera, carne frollata, sono tutte fantasie, in realtà stanno parlando di cadaveri che hanno iniziato il processo di decomposizione dal momento in cui sono stati uccisi.

Nel caso della carne, oltre al ben conosciuto fatto che il consumo determina depositi di acidi urici nei tessuti provocando le varie artrosi ed artriti, c’è un fattore sconosciuto ai più.

Le cellule hanno una memoria e oscillando trasmettono vibrazioni ad altre cellule. Nella memoria delle cellule degli animali uccisi al macello troviamo dolore, terrore, disperazione, odio e risentimento, emozioni negative che vengono esasperate nel momento dell’uccisione. Le cellule dei cadaveri mantengono tali vibrazioni di emozioni negative per un certo periodo anche dopo la morte dell’organismo e trasmettono tali emozioni a chi se ne nutre.

I cereali in grani e i legumi sono abbastanza tollerati in piccole quantità, ma gli amidi della pasta e dei farinacei vengono accumulati negli spazi interstiziali e i latticini ostruiscono vene arterie e capillari o ogni “tubicino” del corpo. Dopo anni di alimentazione onnivora il corpo è ostruito pesantemente da grasso, muco, tossine, farmaci, parassiti. La disintossicazione consiste nel liberare il corpo da tali ostruzioni.

Nessuna meraviglia che sia più facile vincere al superenalotto che essere in buona salute.

Non mi stancherò mai di ripetere che per ottenere la buona salute dobbiamo togliere materia estranea al corpo, non aggiungerne altra. Aggiungere farmaci significa introdurre altre sostanze tossiche che aggravano la situazione anche se apparentemente la scomparsa di sintomi fa credere che si è guariti. E’ solo apparenza di buona salute, non buona salute.

La verdura e la frutta contenevano tutti gli elementi necessari per il nutrimento del corpo e avevano qualità solventi e disintossicanti. Oggi i terreni, depauperati degli elementi nutritivi per le piante in seguito al loro intensivo sfruttamento, danno ortaggi e frutta scadenti e occorre ricorrere all’agricoltura biologica per avere qualcosa di meglio, ma occorrono ulteriori sforzi per ottenere prodotti di alta qualità, ovvero com’erano prima che l’avidità dell’uomo rovinasse tutto.

Ed è possibile che occorrano degli integratori a base di minerali e vitamine.

Questo è un breve articolo ma in sintesi descrive la corretta alimentazione e quella deleteria per la salute. La materia è approfondita in ogni dettaglio nel libro di Arnold Ehret “Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco”, un libro che consiglio ad ognuno di procurarsi la sua propia copia. Ci sono voluti più doi 80 anni per avere l’edizione tradotta in italiano. E’ stato un impegno che ho fatto mio a beneficio di tutti coloro che vogliono avvalersi della conoscenza in esso contenuta.

 

L’ANATOMIA DEL CORPO UMANO DIMOSTRA CHE L’UOMO è FRUGIVORO!

L´anatomia comparata mostra quali siano le diversità a livello di struttura anatomica delle mascelle, dei denti, degli organi digerenti ed escretori e infine della forma delle estremità (mani, piedi, zampe negli animali) fra le specie erbivore, carnivore e frugivore.

Osservando il corpo umano si può notare la forma prensile delle dita delle mani, adatte a raccogliere più che a lacerare. L´apparato addetto alla masticazione è formato da mascelle non sporgenti, mentre gli animali carnivori hanno un muso a punta che entra più facilmente nelle gabbie toraciche o nei punti più difficili da cui estrarre organi o pezzi di carne.

La dentatura umana sembra essere predisposta più per una masticazione frugivora e granivora che per quella carnivora.

La vera funzione dei numerosi molari che abbiamo è quella di tritare finemente semi, noci, grano, ecc.

Gli studi anatomici hanno mostrato che la lunghezza dell´intestino dell´essere umano è inferiore a quella dell´erbivoro e superiore a quella del frugivoro.

I tamponi per misurare il grado di acidità gastrica confermano che il ph dei succhi gastrici dell´erbivoro è più basso di quello dei carnivori.

Oltre a queste osservazioni logico-scientifiche bisogna pensare alla millenaria esperienza tantrica che con la sua scienza intuitiva, ha sempre insegnato che l´alimentazione adatta per lo sviluppo fisico, ma specialmente per quello mentale e psicospirituale, è la dieta latteo-vegetariana. (se il latte proviene da mucche sane e pacifiche…e non maltrattate e sfruttate).

Senza che questo capitolo diventi un corso di biochimica o di alimentazione vogliamo elencare alcuni dati interessanti che aumentano la conoscenza della fisiologia digestiva.

La prima digestione è sicuramente quella psichica, cioè l´accettare mentalmente il cibo. L´aspetto esterno, il profumo, i colori, ecc., sono fattori che aumentano il desiderio di nutrirsi e l´appetito. In assenza di appetito qualsiasi tipo di cibo diventa veleno per il nostro corpo, proprio per la mancanza quasi totale dei succhi e degli acidi digestivi. Gli enzimi aggrediscono il corpo geneticamente estraneo e lo trasformano in aminoacidi, in glucosio e in emulsioni di grassi.

Fisiologicamente la prima digestione, o preparazione ad essa, avviene in bocca: i denti sminuzzano il cibo troppo grosso e duro, aumentando così la superficie agibile agli enzimi sciolti nei liquidi digestivi, come nel caso della ptialina nella saliva. Nella saliva si sciolgono le sostanze idrosolubili come gli zuccheri (amidi), le vitamine e i minerali.

I movimenti sistaltici dell´esofago spingono il cibo verso lo stomaco dove ci sono pronti gli acidi e gli enzimi per la digestione proteica. L´acido cloridrico e le tripsine demoliscono le lunghe catene peptidiche delle proteine, che poi vengono ulteriormente sezionate in aminoacidi nel duodeno. Lo stomaco è un insieme di muscoli che mescolano e amalgamano il bolo alimentare in un ambiente acido, riversandolo poi nel duodeno dove c´è un ambiente alcalino, cioè opposto a quello gastrico. Mangiare in fretta, quando si è nervosi, magari nutrirsi di cibo "superacido", diminuisce la capacità digerente del corpo e causa varie patologie come la gastrite, la febbre gastrointestinale, le ulcere, ì tumori, ecc.

Dopo che nel duodeno i grassi, le proteine, il lattosio e altri amidi sono stati definitivamente digeriti dai succhi pancreatici, dai sali biliari e dagli enzimi duodenali, l´essenza del cibo viene assorbita grazie al lavoro dei villi intestinali nella circolazione sanguigna e linfatica (nel caso dei trigliceridi). Nel fegato le varie sostanze vengono trasformate in prodotti geneticamente propri e immagazzinate in vari organi o tessuti.

Gli scarti dell´alimentazione seguono poi il loro cammino lungo gli intestini per poi uscire sotto forma di feci dal retto o, una volta purificati dai reni, sotto forma di urina dagli organi genitali.

Per digerire, il corpo ha bisogno di calore (che si ottiene attraverso il sangue), di energia meccanica (ottenuta attraverso il movimento muscolare gastrointestinale) e di sostanze catalizzatrici come gli enzimi. Dopo il pasto, il calore viene aumentato nella zona digerente (plesso igneo o terzo Cakra) grazie all´accumulo di sangue ritirato dalle periferie e dalla superficie dermica. Il sangue è un mezzo per il trasporto del calore e con questa leggera "infiammazione" postprandiale il corpo riesce a "demolire" e a digerire meglio il cibo. Attraverso il sangue vengono ossigenati e nutriti i muscoli responsabili della peristalsi.

Per attivare bene la digestione, lo Yoga consiglia di tenere la narice destra aperta, che è infatti responsabile dell´attività più fisica del nostro essere; essa perciò stimola la secrezione dei succhi digestivi e l´aumento del calore corporeo. La narice destra dovrebbe rimanere aperta almeno per un´ora dopo i pasti principali.

Nell´Ananda Marga (associaz volontaria x lo sviluppo dell’essere umano) si consiglia di bere liquidi quando la narice sinistra (Ida) è aperta e di mangiare cibo solido quando è attiva la narice destra (Pingala).

Fonte: http://blog.libero.it/SSNV/4132100.html

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in MOTIVI PER DIVENTARE VEGANI O VEGETARIANI. Contrassegna il permalink.

33 risposte a L’UOMO è FRUGIVORO!

  1. Fiore ha detto:

    Devo dirti ke guardando la foto ke provvidenzialmente hai inserito in questo post, non potrei sentirmi + felice di così del mio essere veg, anke se però devo anke dire ke, cibarsi exclusivamente di frutta, mi pare comunque 1 pò limitativo… no ?! Preferisco aggiungervi anke le verdure !!!

  2. laraelfa ha detto:

    si infatti fiore, la foto con solo le patatine dava quasi a credere che i bambini fossero obesi a causa di quelle (che i vegan comunque mangiano). infatti ora ho messo una foto che rende di più l\’idea. ma l\’obesità e la cattiva salute non è causata da quelle, ma dalla carne! certo non ci si può nutrire solo di patatine XD però devo ammettere che anche se a volte ne mangio tante non metto su peso, i vegan sono sempre in forma!anche io sono dell\’idea che si può mangiare tutto finchè non si fa male all\’animale, poi i salutisti magari mangiano solo frutta 🙂 l\’importante è che si capisca che mangiare la carne è sbagliato, che eliminandola si fa bene alla propria salute senza rinunciare al gusto. grazie federica, si in effetti stavo cercando articoli sulla natura frugivora dell\’uomo e questi due erano azzeccati

  3. Anna ha detto:

    perché sei vegan?
    si io sono, con tutta la felicità del mondo, sono vegan!!!! 😉
    bellissimo questo sito, spero solo che il messaggio arrivi a quanti più possibile,
    perché in giro c’è troppa disinformazione.
    è vero che l’essere umano ha più possibilità di scelte rispetto agli altri animali
    per ciò che riguarda la sua alimentazione, (scelte nel senso che volendo potrebbe mangiare anche veleno semplicemente perché se lo può procurare senza problemi ),
    però forse proprio per questo non ha il diritto di causare inutili sofferenze agli altri esseri viventi della sua stessa specie e delle altre specie proprio perché potendo scegliere non ne ha necessita.

  4. luca ha detto:

    mi spieghi come fai a sopperire alla mancanza di Vitamina B12 presente solo nella carne e alla Biotina presente nelle uova? questi sono solo due esempi di cofattori essenziali ad i nostri enzimi per portare avanti la respirazione cellulare…

    • laraelfa ha detto:

      Gli studiosi hanno appurato che, fino al periodo che contempla l’avvento delle glaciazioni WURM, l’uomo seguiva un’alimentazione frugivora (frutta, graminacei ,radici ,bacche tuberi, vegetali etc..).
      Solo in seguito all’avvento delle glaciazioni, l’uomo ha iniziato a nutrirsi di carne, in quanto tutti gli elementi propri della sua dieta erano compromessi dal gelo. In pratica, erano ibernati, e l’uomo ha dovuto ricorrere ad un alimento per lui innaturale come la carne. Alimento che, una volta introdotto, ha finito col causare epidemie e alti tassi di mortalità, fin quando l’organismo umano non si è “abituato” ad assumerne.
      Si nota, addirittura, come agli inizi gli uomini non cacciavano ne allevavano, ma si limitavano a reperire la carne prendendola dalle carcasse lasciate dai predatori, proprio perchè la loro naturale conformazione fisiologica (unghie, denti etc..) non era propria del “predatore”.

      procacciandosi la frutta caduta dagli alberi e sporca di terra, la pochissima e dico POCHISSIMA vitamina b12 di cui l’uomo ha bisogno, veniva assunta proprio tramite quei residui di terra che restavano sulla frutta, che non era necessario lavarla, perchè non era piena di pesticidi come al giorno d’oggi. quindi la vita dell’uomo sana e natural darebbe la possibilità di assumerla proprio con il suo alimento, la frutta. ma visto che il mondo è degenerato, si possono assumere alimenti che la contengono, come alcuni latti di soia o cereali, oppure integratori non testati su animali. io ne assumo pochissima perchè ci vorrebbero decenni per avere una carenza perchè lavitamina b12 che ci serve è poca e viene trattenuta nel fegato l’eccesso, assumendo prodotti di origine animale, se ne assume no troppo, di più!!!! una cosa sproporzionata!!!

      • Lorenzo ha detto:

        madonna che marea di cose non fondate! e poi bo affermazioni imprecise quando non del tutto errate! ti confuto giusto l’ultima affermazione che hai fatto perché sennò ci perderei troppo tempo. La vitamina B12 è idrosolubile, e NON è accumulata nel fegato, anzi, l’eccesso viene eliminato senza problemi con le urine. Quelle che sono accumulate sono le vitamine liposolubili (A,D,E,K). Diete vegetariane prolungate possono infatti causare anemia perniciosa e neuropatie proprio per la carenza vitamina B12! Non ti sto neanche a spiegare il perché visto che se non sai questo probabilmente non capiresti neanche.. Basta con questa disinformazione!;)

      • Fergus ha detto:

        Mah…se quello che dici fosse vero le popolazioni africane dovrebbero essere rimaste frugivore visto che le glaciazioni WURM non arrivarono certo fino in africa.
        Ed invece proprio in Africa c’è una popolazione come i Masai che è andata avanti per secoli mangiando quasi eslusivamente carne, latte e sangue

      • Matteo Dal Bosco ha detto:

        O.O Ti prego, dimmi che sei un troll e che non credi a ciò che hai scritto!
        “Gli studiosi hanno appurato che, fino al periodo che contempla l’avvento delle glaciazioni WURM, l’uomo seguiva un’alimentazione frugivora” dove sta scritto? Quali studiosi? E poi, di quali uomini parli? Le glaciazioni wurm vanno da un periodo di 110’000 anni fa fino a circa 12’000 anni fa. Prima e per buona parte di questo periodo sulla terra c’era l’uomo neanderthalensis (200’000-40’000 a.c.) che definirlo frugivoro è un insulto per chiunque abbia studiato un minimo (tantè vero che fu il primo a costruirsi capanne con legno, ossa e pelli di animali cacciati, fu il primo a costruirsi tutta una serie di accessori per la caccia come asce a mano, punte di selce usate immanicate su pesanti bastoni come lance nella caccia a grossi animali, raschiatoi per tagliare la carne).
        Detto questo, la seconda parte “Si nota, addirittura, come agli inizi gli uomini non cacciavano ne allevavano, ma si limitavano a reperire la carne prendendola dalle carcasse lasciate dai predatori, proprio perchè la loro naturale conformazione fisiologica (unghie, denti etc..) non era propria del “predatore”.” non ha neppure bisogno di essere commentata…
        “l’uomo ha dovuto ricorrere ad un alimento per lui innaturale come la carne. Alimento che, una volta introdotto, ha finito col causare epidemie e alti tassi di mortalità, fin quando l’organismo umano non si è “abituato” ad assumerne.”
        Ma anche no! Tantè vero che perfino le scimmie si cibano di carne quando capita l’occasione (questo video è particolarmente cruento, ma più che farvi vedere coi vostri occhi la realtà non saprei cosa fare: http :// www .youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=PcnH_TOqi3I. togli i 3 spazi)
        Quindi non è un alimento introdotto a caso, è un alimento che è sempre stato presente nella nostra alimentazione, e che di certo non ha portato epidemie o alti tassi di mortalità come dici te (fonti?).
        “procacciandosi la frutta caduta dagli alberi e sporca di terra, la pochissima e dico POCHISSIMA vitamina b12 di cui l’uomo ha bisogno, veniva assunta proprio tramite quei residui di terra che restavano sulla frutta, che non era necessario lavarla, perchè non era piena di pesticidi come al giorno d’oggi” -.-‘ quindi la B12 la assumevano dalla terra. L’idrossicobalamina, mi dispiace informarti, non viene prodotta cosi, dal nulla, e di certo non dalla terra. Piccole quantita di cobalamina vengono prodotte da alcuni batteri (alcuni ceppi di archaebacteria e di eubacteria) che sì possono essere anche sulla frutta, sì se si lava la frutta vengono meno, no non soddisfano l’esigenza di B12 dell’organismo!

  5. davide ha detto:

    Io e da alcuni mesi che ho ridotto farinacei carne e pesce e latte praticamente a zero, ma non di certo perche mi importi qualcosa degli animali che vengon uccisi, ma xke ne ho abusato in passato, e ora ho il colon irritabile. A mio parere l ideale e avere frutta e verdura come 80% della dieta e farinacei e carne e pesce il restante 20. Eliminarli completamente e scorretto per il semplice fatto che nell evoluzione dell uomo durata 3milioni di anni si e mangiato anche carne.

  6. Ananas ha detto:

    “Le cellule hanno una memoria e oscillando trasmettono vibrazioni ad altre cellule. Nella memoria delle cellule degli animali uccisi al macello troviamo dolore, terrore, disperazione, odio e risentimento, emozioni negative che vengono esasperate nel momento dell’uccisione. Le cellule dei cadaveri mantengono tali vibrazioni di emozioni negative per un certo periodo anche dopo la morte dell’organismo e trasmettono tali emozioni a chi se ne nutre.”
    Mi auguro che tu non abbia una laurea in medicina/biologia perché dovrebbero veramente revocartela!

    • Marboa ha detto:

      Caro Ananas, abbandona le vecchie idee imposte dalla società dei consumi e degli avidi e abbraccia nuove idee , solo così potrai evolverti e non essere più schiavo di vecchie ideologie che ti hanno inculcato fin da bambino e a cui credi ciecamente senza sforzarti di cercare la verità…..

      • Fergus ha detto:

        Mah….io le nuove idee le abbraccerei anche…..solo vorrei una qualche prova scientifica della loro validità.

    • frugivoro ha detto:

      Pirla, se leggessi qualcosa di interessante in merito non scriveresti stupidaggini di questo tipo.

    • Bolo ha detto:

      Caro Ananas è ormai noto anche tra i più refrattari che l’energia si trasmette per vibrazioni, che le cellule hanno memoria e che ognuna di loro oltre a registrare comunica. Perché non revochi le tue convinzioni anziché chiedere che ciò sia fatto con la conoscenza che ti viene proposta?

  7. larissa ha detto:

    non sono una vegan purtroppo…magari lo fossi!!! ma tempo fa vivevo a Mosca, avevo un’amica vegan e quella a sua volta aveva il cane,un bellissimo barbone medio,non nano,ma uno di quelli che vediamo ogni tanto pettinati a mo’ di leone,con un batuffolo sulla punta della coda…bellissimo era,e molto intelligente e ben educato anche ,e cantava quando la mia amica suonava il piano(era professoressa di lirica)…ecco,anche questo barboncino era vegetariano come la padrona ,e nonostante la sua anatomia da carnivolo non avrebbe mai mangiato niente più proteico di una ricottina perchè semplicemente non ne era abituato ma da cucciolo era crescito in una casa vegan…eppure ha vissuto la vita lunga e felice,molto più lunga di alcuni suoi coetani che mangiavano fegato e croccantini di purina…
    magari fossi una vegan anch’io…

  8. trolis ha detto:

    Ciao a tutti. Sono tutt’altro che vegetariano, mangio un po’ di tutto, ma in prevalenza prodotti derivati dai cereali come pasta, ecc… Come gli animali carnivori tendono al diabete se mangiano carboidrati, noi “tendiamo” ad essere colpiti da altre disfunzioni se mangiamo le proteine della carne, come quelle del latte. Non abbiamo gli enzimi adatti, per ciò che riguarda il latte, invece, perdiamo gli enzimi quando perdiamo i denti da latte. Per chi crede alla storia di Adamo ed Eva, a loro venne offerto l’Eden, dove gli unici alimenti erano frutta. Poi divennero anche coltivatori e infine all’uomo fu permesso di mangiare carne, perchè secondo la storia del diluvio, ovviamente, non potevano esserci prodotti del terreno dopo una tale pioggia. Forse è da li che inizia la tradizione di mangiare proteine animali… Va a capire… Apprezzo molto chi evita di mangiare carne, non tanto per salute, ma specialmente per rispetto verso gli animali, io purtroppo non ci rifletto sempre

    • tommo ha detto:

      quindi prima tirate in ballo spiegazioni scientifiche del perché non dovremmo mangiare carne. poi citate passi della bibbia, poi vi rifate all’induismo e al buddismo.
      insomma, decidetevi: metodo scientifico o no?
      ripeto, io comincio a rispondervi citando pinocchio di collodi. tanto a livello di attendibilità siamo sullo stesso piano.

  9. shinaar ha detto:

    la genesi secondo voi non sarebbe una favola riguardo all’alimentazione nell’eden.
    Commento di un ricercatore solitario

  10. mariastella ha detto:

    bellissimo bog….sono vegetariana, ma vorrei diventare vegana.Ho capito molte cose!!!!

  11. nicola from postioma ha detto:

    sono vegetariano e ora vorrei proprio diventare vegano

  12. angelo ha detto:

    @ Larissa: vegani o vegetariani non ci si nasce, ci si diventa!!!
    per quanto riguarda il messaggio di Davide, lo trovo geniale (per quant’è stupido)

  13. Daniele ha detto:

    “ma l\’obesità e la cattiva salute non è causata da quelle, ma dalla carne! ”

    che IDIOZIA immonda….voglio proprio vedere chi è più soggetto ad obesità…chi mangia un kg di petto di pollo al giorno, o chi mangia un kg di patatine fritte, pane o pasta!!!!
    la cattiva salute è causata dalla carne, e non dalla frittura??? HAHAHAHA bella questa

  14. tommo ha detto:

    scusate la minchiata di mangiare o bere a seconda dell’apertura delle narici ha un fondamento scientifico?
    no, chiedevo per sapere. perché a questo punto io comincio a rispondervi citando pinocchio di collodi… tanto, voglio dire, ci troviamo nella sfera della pura fantasia…

  15. Luigi Sentina ha detto:

    L’uomo è frugivoro? Fonte: “blog.libero.it”, sono tutti Luminari in qesto blog?

    Vediamo di fare chiarezza sull’argomento facendo prima una promessa, amo gli animali, sono contrario a tutte le forme di maltrattamento ecc ecc ecc e la carne la mangio ma non mi fa impazzire.

    Detto questo analizziamo quanto scritto da questi “luminari”, prendendo quelle più “assurde”:

    citazione:
    “Osservando il corpo umano si può notare la forma prensile delle dita delle mani, adatte a raccogliere più che a lacerare.”

    La forma pensile della mano non mostra assolutamente che sono più adatte a “raccogliere” che lacerare (un binomio in se che non ha nessun legame logico), l’evoluzione della specie animale “umana” non è una “moda” misurabile in decenni come le varie forme di “dieta”, ci sono voluti oltre 250 mila anni a portare l’uomo ad utilizzare le mani per lavorare le pietre, legno, ecc, basta farsi un giro in un museo per rendersi conti che i nostri antenati più lontani e stretti costruivano armi per CACCIARE altri animali e non per raccogliere fiori e piante. I nostri antenati più lontani erano cacciati e cacciatori…

    citazione
    “L´apparato addetto alla masticazione è formato da mascelle non sporgenti, mentre gli animali carnivori hanno un muso a punta che entra più facilmente nelle gabbie toraciche o nei punti più difficili da cui estrarre organi o pezzi di carne.”

    Non è attendibile al 100%, predi ad esempio un maiale non ha mascelle sporgenti modello squalo eppure ingurgita di tutto, prendi un coccodrillo ha un apparato da vero carnivoro ma non mastica nemmeno il cibo lo inghiotte intero!!

    citazione
    “La dentatura umana sembra essere predisposta più per una masticazione frugivora e granivora che per quella carnivora.”

    “Sembra” già mostra una insicurezza ovvia, La “dentatura” della “masticazione” presenta tutte le caratteristiche di un onnivoro, Gli incisivi anteriori sono più fini quindi affilati e servono proprio per tagliare sostanza “solide” come la carne, I canini servono soprattutto per strappare, lacerare; infine, i denti posteriori, più GROSSI E RESISTENTI (premolari e molari) hanno la fondamentale funzione di preparare il cibo alla digestione triturandolo, a logica anche senza studiare ci si rende conto che se fossimo “FRUGIVORI” non ci sarebbe questa differenza tra i nostri denti. (Triturare frutta, piante e fiori??)

    citazione
    La vera funzione dei numerosi molari che abbiamo è quella di tritare finemente semi, noci, grano, ecc.

    Non esiste “nessuno” studio scientifico che possa confermare questa cosa, come descritto sopra l’unica cosa certa è che i molari e quella di triturare…

    Qui mi fermo con le analisi del caso e concludo..
    Ognuno è libero di fare quello che vuole! ma sono contrario a speculazioni che non hanno una base scientifica ma basate su fonti come blog o misteriosi racconti che trovo spesso in questi “siti” vegan, Inorridisco quando leggo (non è in questo caso ma si trova in siti di veganismo) di diffidare di medici che sconsigliano la dieta vegetariana, detto soprattutto da persone che come unica fonte utilizzano Internet.

    La cosa più imprtante da ricordare è questa “LA DOSE FA IL VELENO (Paracelso)”,
    mangiare troppa carne fa male, mangiare troppa verdura fa male ecc ecc ecc, bisogna nutrirsi sano e cibarsi di cio che siamo…

  16. Angelica ha detto:

    Sono vegana, frugivora……………ma c’è un piccolo particolare, io sono una ragazza transessuale e come tale SONO COSTRETTA ad assumere ormoni!
    Capisco tutte quelle persone fortunate ad essere nate nel genere di elezione GIUSTO, in quanto possono decidere di essere vegani, ma possono anche decidere di non assumere nessun tipo di farmaco, io questo non lo posso fare e sono tanto tanto dispiaciuta 😦

  17. Jack ha detto:

    Conosco vegetariani e vegani grassi tanto quanto il pupo nella foto. E’ anche questa manipolazione della realtà tanto quanto ciò che lo scrivente mette in evidenza e condanna. Consiglio TSO.

  18. Giosuè ha detto:

    Mi sembrano quei discorsi che fanno i venditori di prodotti Herbalife. Mangiate di tutto un po’!

  19. Aldo ha detto:

    La dentatura dell’umano è tipica dell’onnivoro: lo scimpanzè, che è il parente più prossimo dell’uomo, è onnivoro e caccia altre scimmie per mangiarle. Diffondete false informazioni scientifiche, tipico dei fanatici.

  20. Luciano ha detto:

    Vallo a spiegare agli Inuit che sono frugivori, nonostante che da secoli si nutrano solo di carne cruda.

  21. Claudio Cavazzano ha detto:

    > Le cellule hanno una memoria e oscillando trasmettono vibrazioni ad altre cellule.

    Buon giorno, sono interessato all’ argomento? Qual è l’equazione che descrive queste oscillazioni?
    Come posso replicare l’esperimento?

  22. clamar64 ha detto:

    Interessantissimo!
    Però:
    Io ho mangiato per anni pochissima carne per tutti i buoni motivi che ci sono, compreso quello economico, ed ero molto attenta a un’alimentazione sana. Finché ho scoperto che i miei problemi ormonali (che avevo da 20 anni) venivano dal livello di colesterolo troppo basso per una giovane donna ( i medici però non te lo dicono!!!). Da quando mangio uova e pancetta alla mattina si sono dissolti nel nulla nel giro di 2 mesi (!) e ho avuto due bambini. Come mai?

  23. Pingback: Tutta la Verità sulla Carne | Informare per Resistere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...